AVV. SILVIA BETTELLA

Specializzata in diritto di famiglia e delle successioni

TEL. 049 725117

giovannoni.bettella@gmail.com

Senza una manifestazione di volontà tutto il patrimonio del de cuius sarà distribuito

SOLO in base alla legge

Le conseguenze connesse all’eredità possono essere così complesse che si è formato un enorme corpus legislativo e giurisprudenziale per determinare "chi è erede e cosa eredita" quando qualcuno passa a miglior vita. Se si muore senza testamento lo Stato attraverso le sue leggi deciderà a chi spetteranno i beni del defunto.

Le conseguenze associate a un defunto che non ha fatto testamento comportano, pertanto, l’effetto che egli non ha potuto decidere e controllare chi riceverà i suoi beni. 

La legge sulla successione senza testamento prevede che i beni del de cuius saranno distribuiti tra coniuge, figli, genitori, fratelli o parenti più lontani. 

Quando succede che ereditano i parenti, spesso costoro non hanno mai avuto alcun tipo di relazione con il defunto mentre era in vita, oppure erano con lui in pessimi rapporti. 

Il defunto in questi casi non ha avuto il tempo di decidere le sue ultime volontà, che gli avrebbero permesso di manifestare le sue reali intenzioni riguardo alla disposizione delle sue proprietà. Con un testamento il defunto avrebbe, invece, potuto designare e premiare i beneficiari delle sue ricchezze.

Quindi a prescindere  dalle dimensioni di una ricchezza, la maggior parte degli adulti - giovani e meno giovani - e le loro famiglie possono trarre grande vantaggio nella predisposizione di un piano patrimoniale attraverso ad esempio la sottoscrizione di un atto con l’indicazione precisa delle proprie ultime volontà, oppure attraverso la compilazione di una procura a vendere, o con la stipula di una donazione e anche con la redazione di un testamento biologico.

Come avvocati abbiamo molti anni di esperienza nel collaborare e consigliare i nostri clienti nella redazione e nell'attuazione dei piani che esprimano efficacemente i desideri personali dei clienti in merito alla disposizione e alla protezione dei loro beni, suggerendo al tempo stesso i potenziali vantaggi fiscali per i beneficiari.

Siamo oltretutto esperti nel rappresentare i famigliari in procedimenti giudiziari relativi ai contenziosi sulle proprietà ereditate e ai contenziosi relativi alle  amministrazioni patrimoniali.